C’è una chiave di volta indispensabile per poter decifrare il segreto di questo ceto di cavalieri nato come un “reparto d’assalto” nell’avanguardia degli eserciti cristiani. Un gruppuscolo di pii avventurieri, poveri ma determinati, che nel giro di pochi decenni diviene una vera e propria potenza economica e politica oltreché militare. Questa chiave è la figura potente e altrettanto eroica di san Bernardo di Chiaravalle, il quale non solo battezzò ufficialmente la vocazione religiosa e militare del suo parente Ugo de Payns, componendo per lui gran parte del testo della Regola dei Cavalieri del Tempio, ma se ne fece anche banditore e promotore in tutta l’Europa cristiana.
Solo ricentrando la figura del monaco-cavaliere sul carisma di san Bernardo, monaco e figlio di un cavaliere, si potrà comprendere l’altezza e la profondità di un ordine tanto benemerito quanto calunniato, anche a causa di sviluppi successivi di cui i templari, e specialmente quelli del XII secolo, non hanno colpa alcuna.
Mentre la maggior parte degli storici preferisce concentrarsi sulla fine della Milizia del Tempio, il presente volume, curato da Isacco Tacconi attraverso l’accesso diretto alle fonti storiche del testo della Regola e dell’Apologia composte da san Bernardo, vuole fare luce sul loro sorgere e sulla loro autentica missione, che mantiene ancora oggi il suo fascino irresistibile come richiamo sempre attuale all’eroismo cristiano.
L’opera, che presenta il testo latino a fronte della Regola, è prefata da Massimo Viglione, con un saggio dedicato alla Crociata intesa come guerra giusta e guerra santa, ma anche alla precisa distinzione tra i due concetti, che spesso non marciano in armonia tra loro, e con accenni storici sulle vicende dell’Ordine templare.

ISBN: 978-88-31391-11-5                    pp. 215                                 € 22,00

Gli sconvolgenti eventi che hanno avuto inizio nel febbraio 2020 e che si susseguono senza sosta su diversi livelli operativi, trovando, al tramonto del 2022, il loro acme nella guerra d’Ucraina, sono stati l’occasione per la reviviscenza di un antico e mai sopito dibattito: quello incentrato sul ruolo, ma anche sul significato dell’esistenza stessa, dell’“Occidente” inteso come categoria geopolitica, ideologica, economico-sociale e storico-culturale.

Si tratta di uno scontro ideologico molto sentito, soprattutto nel mondo della Tradizione e del conservatorismo.

Questo libro approfondisce il concetto storico-politico di Occidente, la sua estensione ideologica che definiamo occidentalismo, il suo intrinseco risvolto che comunemente chiamiamo atlantismo, la problematica – inevitabilmente connessa – socio-politico-economica del liberalismo e del comunismo, con il ruolo della Chiesa Cattolica nel contesto generale dell’occidentalismo.

Per ottenere un risultato qualitativamente all’altezza di tale progetto, si sono scelti come autori alcuni noti e stimati intellettuali dell’area della Tradizione cattolica, i quali, pur nella similarità del loro giudizio ideale e pratico sulla questione, si differenziano per alcune sfumature storiche e politiche che rendono ancora più interessante il confronto.

Isbn: 978-88-31391-08-5      pp. 180      Prezzo 24,00 €

L’autore di questo libro, un generale della Forze Armate italiane, che, per ovvie ragioni, preferisce rimanere anonimo, ci descrive la realtà dei fatti e avanza deduzioni che possano avere valore oggettivo e anche un pur minimo valore predittivo.

Il testo ripercorre le cause interne ed esterne alla dicotomia Ucraina-Russia, con particolare attenzione al ruolo dei poteri globalisti e agli interessi delle potenze dell’anglosfera. Rivolge uno sguardo allo sviluppo delle operazioni militari evidenziando la particolarità dell’Operazione Speciale, effettivamente anomala nel quadro di un conflitto convenzionale. Al contempo, intravede la pervicace volontà dell’unipolarismo occidentale di “eliminazione” del nemico, cosa che, in un’ottica clawsevitziana, potrebbe facilmente trasformarsi nel risultato uguale e contrario.

Con evidente possibilità, il tutto, almeno nei piani dei poteri globalisti, dovrà servire a facilitare e sostanziare la presa di potere di “colui che deve arrivare”, per un tempo, al vertice del mondo.

Sarà davvero così?

ISBN: 978-88-31391-09-2                    pp. 108                                 € 16,00

Se la verità è unica e l’errore è molteplice, come mai lungo la storia prevale un solo errore radicale che possiamo chiamare Gnosi?

Se viviamo nell’epoca della “fine delle ideologie”, come mai quella gnostica continua a diffondersi?

Se viviamo nell’epoca della secolarizzazione, come mai vecchie idolatrie e pratiche magiche ritornano in voga?

Se viviamo nell’epoca del progresso, come mai la cultura dominante sogna di tornare al Paradiso Terrestre preparando un inferno in terra?

Se viviamo nell’epoca della scienza e della tecnica, come mai la politica emergente progetta una società ecologica di tipo tribale?

Il libro intende rispondere a queste cruciali domande, ponendo in rilievo profonde e antiche cause spirituali e intellettuali della crisi contemporanea.

Ne risulta che il “conflitto di civiltà” oggi in corso è quello tra la residua civiltà cristiana e la crescente barbarie rivoluzionaria con il suo post e trans-umanesimo.

 

Guido Vignelli è studioso di etica, dottrina sociale della Chiesa e scienza delle comunicazioni. Si è formato alla scuola del pensiero cattolico contro-rivoluzionario e si dedica a difendere i princìpi e le istituzioni della civiltà cristiana. Nel 1982 fu socio fondatore del Centro Culturale Lepanto e nel 1987 dell’Associazione Famiglia Domani; dal 1993 al 2013 diresse il Progetto SOS Ragazzi. Scrive articoli e libri, tiene corsi di formazione, collabora ad associazioni, riviste, radio e siti internet d’ispirazione cattolica tradizionale. E-mail: guidovignelli@protonmail.com

Collana

Moralia et Scientia                                                        ISBN: 978-88-31391-05-4

Prezzo: 20,00

Questo volume, dedicato al problema della illiceità morale dei vaccini che utilizzano linee cellulari di feti vittime di aborto volontario, presenta, sotto varia forma, una raccolta di venti contributi scritti da alti ecclesiastici (un arcivescovo e un vescovo), prelati, docenti universitari, filosofi, medici, giuristi, storici, esperti del settore e militanti per la difesa della Vita umana dal concepimento alla morte naturale senza alcun compromesso ideologico e pratico.

Il tema sviluppato è molto specifico, ma di grande attualità e decisiva importanza morale. E un tema che ha diviso profondamente il mondo cattolico, anche nei suoi settori più conservatori e tradizionali. Pertanto con questa opera collettanea si vuole fornire una risposta chiara, inequivoca, ragionata e documentata al problema morale posto, che si inquadra nello specifico della cooperazione remota al male.

Come naturale che sia, ogni autore, nei propri contributi e secondo le proprie competenze, ha affrontato anche le tematiche precipue del proprio settore. Ma l’insieme non risulta mai astratto dalla realtà dell’attualità politica e socio-economica nella quale ci troviamo a vivere dal febbraio 2020, alla quale alcuni autori hanno dedicato specifica attenzione.

Il quadro che ne esce è sicuramente approfondito e ricco di spunti di riflessione e chiarimenti utili alla comprensione tanto del problema morale posto che della drammatica situazione attuale.

Presentazione del Curatore

Prefazione di Monsignor Carlo Maria Viganò

Articoli di:

Monsignor Athanasius Schneider
Don Curzio Nitoglia
Dom Giulio Meattini (OSB)
Massimo Viglione
John-Henri Westen
Giovanni Turco
Clara Ferranti
Gianfranco Amato

Paolo Gulisano

Pilar Calva Mercado

Wanda Massa
Cristiano Lugli
Daniele Trabucco
Francesco Lamendola
Marilena Maioli

Contributi di:
Silvana De Mari

Nicodemus
Antonio Bianco
Alfredo De Matteo

Collana

Moralia et Scientia                                                        ISBN: 978-88-31391-04-7

Prezzo: 28,00

“Arriva il Grande Reset”, “Niente sarà più come prima”, “cambieranno le abitudini quotidiane”: così i mass-media ci annunciano una nuova Rivoluzione. I vecchi movimenti ambientalisti si sono radicalizzati nei nuovi movimenti ecologisti. I centri cibernetici propagandano una “cultura ecologica” che sacrifica l’uomo alla salvezza della natura. I potentati politico-economici tentano d’imporre un “Nuovo Ordine Mondiale” che sostituisca famiglie, città e nazioni con un cosmopolitismo conflittuale, tribale e impoverito. Il sistema sanitario si approfitta della crisi da virus cinese per preparare un totalitarismo ecologista. Le nuove gerarchie religiose si impegnano in una “rivoluzione pastorale” che superi il culto di Dio in quello della Madre-Terra.

L’ecologismo è una falsa religione e una nuova idolatria, che contrasta non solo la Fede cristiana, ma anche la ragione e perfino la natura intesa come mondo ordinato da un Dio creatore, redentore e provvidente.

Prezzo: 15,00

Il fenomeno dell’immigrazione in America è uno dei più imponenti spostamenti di masse umane della storia: uno stravolgimento politico, culturale e demografico mai visto prima. Da qui la necessità, negli USA, degli Immigration Act, le leggi sull’immigrazione che, fino al 1965, cercarono con alterne fortune di limitare l’immigrazione.

Questo libro, attingendo a fonti originali e dati statistici, racconta la storia di quell’immigrazione e di quegli Immigration Act, il contesto in cui questi sono stati concepiti, i protagonisti che li hanno proposti e introdotti, i loro obiettivi realizzati e quelli irrealizzati, le ideologie che ne erano a monte. Uno spaccato della storia americana che è anche in parte europea: un modo per comprendere una questione, l’immigrazione, che continua ad essere di cogente attualità, tanto negli Stati Uniti quanto in Europa.

Prezzo: € 13,00

Più che una mera ricostruzione storica del Medioevo, si tratta di una generale esposizione della civiltà cristiana medievale, partendo peraltro dagli albori del Cristianesimo antico e arrivando agli inizi del XIV secolo (Schiaffo di Anagni), ovvero alle soglie dei grandi e drammatici mutamenti della prima modernità. Vengono trattati tutti gli aspetti di questa civiltà, come indicato a seguire (riportiamo il testo della IV di copertina, che fornisce il quadro completo delle materie trattate), in modo tale da fornire un quadro completo e organico che permetta di acquistare cognizione precisa e puntuale di tutta la storia dei primi tredici secoli del Cristianesimo della società e civiltà medievali nelle sue varie e differenti fasi, dai drammatici inizi fino al suo pieno dispiegamento e alle profonde ragioni del suo declino, con una descrizione qualificata dell’incomparabile luce spirituale, teologica, politica, giuridica, economica, sociale, culturale e artistica che quel mondo ha saputo produrre e donarci.

Ecco un quadro delle tematiche trattate:

 

Gesù Cristo – la nascita della Chiesa – i primi secoli del Cristianesimo – le eresie antiche – Roma e il Cristianesimo – la svolta di Costantino e quella di Teodosio – la Patristica e i Concili – il mondo barbarico-germanico – il monachesimo orientale e irlandese – san Benedetto e il suo mondo – Giustiniano e la società bizantina – Leone Magno, Gelasio e Gregorio Magno – l’invasione islamica – Clodoveo e il ruolo dei Franchi – i carolingi – Carlomagno e la renovatio-translatio Imperii – la rinascita carolingia – la cristianizzazione dei norreni, degli ungari e degli slavi – la monarchia sacrale – le origini e lo sviluppo del feudalesimo – la civiltà feudale – la trifunzionalità sociale – la Cavalleria – i Regni di Inghilterra, Francia e quelli iberici – l’Impero germanico – Cluny e l’apoteosi e crisi del monachesimo – la crisi della Chiesa feudale – la Reichskirche – Gregorio VII e la Riforma – san Bernardo e i cistercensi – l’epocale scontro Papato-Impero – le crociate e il loro reale significato – gli ordini monastico-cavallereschi – il Sacro Romano Impero – l’universalismo imperiale e gli Hohenstaufen – Innocenzo III e l’universalismo papale – Bonifacio VIII e lo Schiaffo di Anagni – l’affermazione dello Stato nazionale – la rinascita delle città e la civiltà comunale – il mondo dei mercanti e dei cittadini: confraternite e prime corporazioni – il mondo dei frati: Francesco e Domenico – la problematica francescana – le eresie pauperiste e gnostiche – l’Inquisizione – il millenarismo – gli ebrei e le minoranze – la rinascita della cultura dalle scholæ alle università – la Scolastica – la rinascita del diritto romano – il pensiero giuridico – il pensiero politico – il pensiero economico – la storiografia – la letteratura e la poesia – i cicli e le saghe – i grandi viaggiatori – l’arte protocristiana, romanica e gotica – la musica e le arti minori – la civiltà delle cattedrali – il simbolismo – san Tommaso d’Aquino, Dante e Giotto – il mondo dei pellegrini – il grande giubileo – l’universalismo vissuto – l’uomo medievale e la vita quotidiana – il comunitarismo – la santità – la mentalità: ordine, gerarchia, fedeltà – libertà e privilegio – Alimentazione, clima e medicina – il ruolo della donna – il progresso tecnico e scientifico – dall’universalismo all’individualismo – verso la modernità – il senso di una civiltà.

Prezzo: 33,00

In questo testo l’autore raccoglie oltre duemila proverbi dall’Appennino Abruzzese (valli dei fiumi Ratto, Velino e Aterno, nei comuni di Montereale, Borbona, Cittareale, Posta, Antrodoco e zone limitrofe), raggruppandoli per temi. Per ciascun argomento individua i valori morali dominanti nelle comunità rurali tradizionali, spiega quali vantaggi il rispetto di detti valori arrecava al popolo e osserva come la mentalità delle persone si è evoluta, negli ultimi decenni, riguardo a tali valori. Identifica infine le cause dirette di tali combiamenti e ne segnala le conseguenze in termini di squilibri, talvolta letali, indotti nella nostra società.

Prezzo: 27,00